Cateringross food summit

In programma la quarta edizione, al Palacongressi di Rimini venerdì 23 e sabato 24 febbraio

Presenti: 45 aziende associate su 49, 300 agenti della forza vendita dei soci, 65 aziende fornitrici. Sono i numeri che hanno connotato l’ultima edizione di Cateringross Food Summit.
Nei giorni di venerdì 23 febbraio e sabato 24 febbraio 2018 l’evento si ripropone in una veste ancor più qualificata, frutto di una forte sinergia tra i vari protagonisti di una filiera, quella della ristorazione, che nel giro di questi recenti anni ha vissuto un margine di miglioramento, in termini di offerta e di crescita, decisamente positivo. Nonostante la crisi decennale che ha colpito l’Italia e il sistema occidentale, la ristorazione e i consumi fuori casa non hanno conosciuto un arretramento, anzi sono cresciuti, seppur lentamente.
Probabilmente gli effetti di Expo si vedono sulla lunga distanza: un’attenzione diversa rispetto alla qualità, da parte del consumatore; la nascita di moltissimi format di ristorazione, orientati al servizio; un progressivo cambiamento negli stili di vita che porta ad una crescita dei consumi fuori casa; un turismo enogastronomico che consente all’Italia una netta ripresa delle presenze.
“Questa quarta edizione del Cateringross Food Summit, che rimane un’iniziativa unica nel suo genere in Italia, conferma la validità del format, ma introduce anche alcuni piccoli cambiamenti strutturali nel percorso espositivo. – afferma Carmelo Nigro, presidente di Cateringross – Infatti è stata adottata una soluzione che consentirà a tutti di vedere tutti: le aziende espositrici si troveranno all’interno di un percorso che darà alla forza vendita dei soci Cateringross, stimati in circa 400 partecipanti, la possibilità di visionare tutta l’offerta presentata”.
Sono, del resto, sotto gli occhi di tutti le opportunità che il Food Summit mette in campo: la prima, grazie al rapporto diretto con le aziende convenzionate, consente di capire il percorso migliore per affrontare il mercato, scoprire le tendenze e le nuove proposte commerciali; la seconda per trasmettere cosa rappresenta oggi il gruppo cooperativo, quale sostegno può offrire alle aziende socie e quale posizionamento ha sul mercato del food service. Infatti il Food Summit contribuisce sicuramente a migliorare il rapporto non solo con i soci, ma soprattutto accresce quello con i loro collaboratori rendendoli protagonisti fondamentali di quella che ad oggi è la più grande cooperativa nel food service a livello nazionale.
La stessa partecipazione delle aziende, in questa edizione da vero record, è la riprova che iI format, attraverso i contatti, le presentazioni delle referenze, gli assaggi di nuovi prodotti, le informazioni sulle loro principali caratteristiche, genera quel mix di curiosità professionalità che è il tratto distintivo delle due giornate di incontro tra industria e forza vendita della distribuzione.

 

Le anticipazioni del Food Summit
“L’edizione 2018 del Food Summit è stata affidata, sul piano organizzativo, allo staff di sala&cucina che vanta al suo interno le competenze necessarie per organizzare e comunicare nel migliore dei modi questo tipo di evento. – spiega Benhur Tondini, presidente di Edizioni Catering srl, società editrice della rivista e del sito – Alle aziende espositrici e alle aziende socie di Cateringross verranno forniti tutti i servizi necessari a definire la loro partecipazione. Inoltre stiamo lavorando a due momenti altrettanto significativi della manifestazione: i focus di prodotto, la cena di gala e il convegno del sabato”.

I focus di prodotto, in programma venerdì 23 febbraio, saranno sei: appuntamenti di un’ora circa, inseriti in un calendario senza sovrapposizioni, che permetterà ai visitatori professionali di scegliere quali saranno gli argomenti di maggior interesse. In questi sei appuntamenti le aziende potranno presentare le novità di prodotto, le strategie aziendali verso il canale, anche attraverso lo strumento dello show-cooking.
La cena di gala, in questa edizione, trasmigra dai padiglioni fieristici per approdare al Salone delle Feste del Grand Hotel di Rimini dove lo chef resident Claudio Di Bernardo porterà in tavola le eccellenze della cucina italiana: “Abbiamo voluto rendere l’incontro degno del livello degli ospiti, per farne un momento di autentica convialità e, quindi, anche il luogo deve giocare la propria parte. Gli spazi del Grand Hotel, carichi di storia e di fascino, ci sono sembrati ideali a questo principio” racconta il presidente di Cateringross.
La giornata del sabato, aperta alla forza vendita degli associati Cateringross, ma anche alle aziende che aderiscono al Food Summit, prevede tre incontri di formazione e approfondimento su tematiche di attualità: dalle 9 alle 13, si alterneranno professionisti dei settori della comunicazione, della vendita e del marketing per delineare gli scenari futuri della ristorazione.

Questo appuntamento vuole consolidare il suo primato: essere la principale chiave di lettura di quella ricerca e innovazione che rappresenta il paradigma di un mercato che sta lentamente tornando al dinamismo

“Siamo pienamente consapevoli che c’è sempre molta strada da percorrere per restare al passo del cambiamento, – conclude Carmelo Nigro – ma è proprio con incontri come il Food Summit che si mette in risalto la nostra volontà di consolidare una rete di imprese capace di interpretare ciò che il mercato richiede, di pari passo con la reale volontà delle imprese produttive a sostenerci”.
Questo è il messaggio che la quarta edizione di Cateringroos Food Summit vuole trasmettere a tutti i protagonisti della filiera.

 

Per maggiori informazioni scrivete a: marketing@salaecucina.it